Probiotici-friendly

Molti di noi pensano di batteri come piccole creature raccapriccianti che deve essere sradicata. Essi sono la ragione per cui pulire le nostre piani cucina e laviamo le mani prima di sedersi a tavola. Ma alcuni batteri sono essenziali per la nostra salute.

I probiotici sono un importante classe di questi “batteri amici” e molte persone hanno domande su quello che sono, cosa fanno, e come essere sicuri li stiamo ottenendo.

Cosa sono

Probiotici sono batteri produttori di acido lattico che normalmente popolano il tratto gastrointestinale e altre membrane mucose nel corpo. Ci sono due gruppi principali: bifidobatteri e lattobacilli. All'interno di questi gruppi ci sono varie specie e ceppi, ognuno con i propri effetti benefici.

In generale, la presenza di questi batteri amici nel tratto gastrointestinale ci aiuta a digerire gli alimenti, la produzione di alcuni nutrienti, protegge l'apparato digerente da infezione da organismi patogeni, e, come la ricerca più recente suggerisce-regolare la funzione immunitaria.

Come ottenerli

Ci sono molti integratori probiotici; alcuni alimenti fermentati contengono anche batteri amici. Per un effetto terapeutico e / o di una dose consistente, gli integratori sono l'ideale, come gli alimenti sono meno coerenti nel loro contenuto di probiotici e contengono molti meno batteri benefici.

Come prenderli

V'è un certo disaccordo su come prendere i probiotici, anche se sono di solito felice se i miei pazienti basta prendere in modo coerente. Il momento ideale per prendere integratori probiotici è dopo un pasto, dal momento che il pH a stomaco pieno è maggiore di quando è vuota; questo può aiutare a prevenire danni ai probiotici, consentendo più di loro di raggiungere l'intestino.

Il periodo di tempo che un probiotico rimarrà nel corpo varia a seconda della capacità di tale probiotico di aderire alle cellule del tratto gastrointestinale, in modo da prendere un probiotico regolarmente e in due o tre dosi al giorno è un buon modo di assicurare la coerenza probiotico livelli.

Quanto prenderne

Per il trattamento di specifici problemi di salute, dosi fino a centinaia di miliardi sono stati utilizzati negli adulti, senza effetti negativi. Per la promozione della salute in generale e la manutenzione, dosi molto più basse sono adeguate. Per i bambini piccoli e neonati, consultare il proprio fornitore di assistenza sanitaria per le opportune raccomandazioni.

Chi ha bisogno di loro

Molti fattori possono disturbare la flora GI, e molte condizioni possono beneficiare di loro, in modo supplementazione può essere utile per la maggior parte delle persone.

Età

Come abbiamo età diminuito quantità di bifidobatteri e anaerobi ed aumentato specie enterobatteri sono visti nell'intestino, che può contribuire a ridurre l'immunità; supplementazione può migliorare menomazioni immunità.

Dieta

La maggior parte delle persone non consumano regolarmente una varietà di alimenti fermentati. Oligosaccaridi come l'inulina, che aiutano ad alimentare e aumentare il numero di bifidobatteri, possono anche essere carenti in molte diete moderne.

antibiotici

Questi farmaci spesso rompere l'equilibrio della flora GI, permettendo organismi patogeni per invadere e causare la malattia.

Acid bassa dello stomaco

Questa condizione può portare a proliferazione batterica e squilibrio nella flora intestinale. bassa acidità di stomaco è visto con l'aumentare dell'età, ma può verificarsi anche con farmaci che inibiscono la secrezione acida dello stomaco, come quelli utilizzati nel trattamento di Helicobacter pylori o malattia da reflusso gastro sophageal.

Chi sapeva batteri potrebbero essere amichevole? Ora che sapete, come inserire alcuni di questi aiutanti batteriche nella vostra dieta.

Probiotici possono aiutare con questi problemi di salute

  • malattia infiammatoria intestinale
  • Clostridium difficile diarrea, associati con l'uso di antibiotici e di un problema crescente negli ospedali
  • sintomi dermatite atopica nei bambini
  • diarrea infettiva, in particolare nei bambini che frequentano asilo nido o che sono in ospedale

Tags

Probiotici
Articolo precedente Probiotici e Omega-3
Articolo successivo La possibilità di cambiare