Protezione solare: Incompatibile con le difese del corpo?

Protezione solare: Incompatibile con le difese del corpo? Gli occhi e la pelle sono gli unici due organi del nostro corpo sono continuamente sottoposti a radiazione solare, non è sorprendente che essi hanno sviluppato un sistema che sono protetti da questi raggi. Pertanto, un gruppo di scienziati della Brown University negli Stati Uniti, hanno scoperto che la pelle umana contiene sensori che rilevano le radiazioni, in modo da filtri solari possono bloccare le difese naturali dell'organismo contro questi raggi UV nocivi. È questa la fine dei filtri solari come li conosciamo?

Con ogni estate iniziare campagne sull'importanza di usare la protezione solare per evitare danni da raggi UV sulla nostra pelle e quindi evitare le malattie che accompagnano l'esposizione al sole continua, come il cancro della pelle. Ma per Brown University queste creme possono non essere così vantaggioso come sembrano, in quanto possono attaccare le difese dell'organismo. Secondo questo studio, i recettori di luce, che sono entrambi nella nostra pelle e occhi, sono responsabili della produzione di melanina, che è il modo naturale il nostro corpo a difendersi dalla radiazione solare. Avendo questo corpo di supporto, alcuni esperti ritengono che una protezione completa al momento di scegliere le creme solari non è necessario. Questa affermazione può essere così sconvolgente, essendo abituato alle campagne in corso sulla necessità di proteggere dal sole, è perché la piena protezione di queste creme in grado di bloccare le onde luminose che sono necessari per le difese del corpo essi vengono attivati. Ora la sfida è sul tetto delle case farmaceutiche dovrebbero iniziare la ricerca per ottenere una crema solare che non danneggi la nostra pelle, ma allo stesso tempo non bloccare queste difese prodotte dal nostro corpo che ci fanno stare bene.

Un'altra parte di questa scoperta sorprendente ha a che fare con il meccanismo utilizzato per proteggere la pelle giungendo alla conclusione che è molto simile alla retina dell'occhio, ma su scala molto più veloce nel tempo di quanto precedentemente noto. Il nostro corpo è molto saggio e quindi non sorprende che entrambi gli occhi e la pelle, che sono gli unici due corpi che sono costantemente esposti alle radiazioni solari, si sono sviluppati questi meccanismi che servono come uno scudo contro i raggi UV. Ora che molte creme, così come gli effetti che essi stessi si sviluppano, come creme macchia, contengono filtri solari, si scopre che il nostro corpo produce queste difese da solo. Noi non crediamo che questa sarà la fine della crema solare, perché avere benefici che sono necessari per mantenere la pelle sana e giovane, ma la composizione di questi prodotti devono iniziare a cambiare.